Uno chef per una De.c.o. a Terranova con i prùna di fràti

171

“Uno chef per una De.c.o.” è il titolo del quinto evento di valorizzazione delle rinomate “Prugne di Terranova” a Denominazione Comunale di Origine (De.C.O.) che lunedì 13 agosto si terrà dalle ore 21:00 presso l’anfiteatro comunale di Terranova Sappo Minulio (Rc). Il piccolo borgo nell’entroterra della Piana di Gioia Tauro rinnova così il seguitissimo appuntamento con le tradizionali “pruna di frati”, prodotto a marchio De.c.o. che è diventato simbolo della tradizione e da qualche anno anche dell’economia del territorio comunale.

“Infatti viene ampliata la micro filiera produttiva a tutto vantaggio dei produttori del luogo“- sostiene l’agronomo Rosario Previtera, promotore dell’iniziativa e coordinatore di Calabriadeco.it  – “visto che dal prodotto fresco si è passati anche alla confettura e quindi alle prugne secche, senza dimenticare addirittura il prototipo dei cosmetici a base di bucce di Prugne di Terranova De.c.o. ricche di antiossidanti e di principi nutritivi. Ciò, a testimonianza che i prodotti De.c.o., quelli veri e ottenuti sulla base di disciplinari di produzione mirati, determinano non solo effetti di attrazione per il turismo rurale ed enogastronomico ma producono anche reddito per l’economia locale: a Terranova infatti da alcuni anni, anche grazie ai soci della locale coop. agricola “Terranova”, si estirpano gli agrumi per far posto agli impianti di susine”. E le “pruna di frati” cosiddette poichè introdotte nel ‘500 dai monaci benedettini celestini quanto Terranova era un Ducato, sono diventate un “case history” di sviluppo locale riconosciuto in tutta la Penisola oltre che addirittura oggetto di tesi di laurea e di ricerca scientifica. Giuseppe Ariobazzani, presidente dell’Accademia delle Imprese Europea la quale quest’anno sponsorizza la manifestazione nell’ambito di “Expodeco – Salone delle identità territoriali”, ribadisce l’importanza dell’identità territoriale poiché “essa costituisce l’asse portante dello sviluppo integrato sia per le imprese sia per le amministrazioni pubbliche, le quali devono collaborare sinergicamente per la crescita comune. “Expodeco” che si terrà durante il Salone delle Identità Territoriali a novembre alla Fiera di Genova, sarà il grande palcoscenico-contenitore dell’Accademia delle imprese Europea per i casi più eclatanti italiani, tra cui quello di Terranova che è stato il primo comune ad aderire tra gli altri numerosi comuni, G.A.L. e province calabresi ed italiani, capaci di esprimere le proprie eccellenze produttive”.

Viva soddisfazione per il sindaco di Terranova Sappo Minulio, il giovane architetto Salvatore Foti, al suo secondo mandato. “Giungiamo al 5° evento per la valorizzazione delle ormai conosciute “Prugne di Terranova De.c.o.”, consapevoli dell’affermazione della filiera locale e del successo che ovunque ottiene il nostro prodotto tradizionale ed i suoi derivati, emblemi e testimonial, in Italia ed all’estero,  del territorio comunale. Cinque anni di crescita continua che ci consentono ancora una volta di metterci in gioco per proseguire lungo il percorso di sviluppo integrato intrapreso con la collaborazione di tutti: agricoltori, professionisti, enti di ricerca, istituzioni, cittadini. Quest’anno vogliamo offrire al grande pubblico una visione ed una versione differenti delle “pruna di frati”:  vogliamo provare a  scoprire insieme alcune pietanze a base di “Prugne di  Terranova  De.c.o.” grazie alle proposte dell’alta arte culinaria professionale. Un’ennesima sfida che siamo certi coinvolgerà ancora una volta l’intero comprensorio e gli appassionati di cucina e dell’enogastronomia di qualità”.

E durante la serata condotta da Anna Aloi ideatrice della fortunata trasmissione televisiva di Video Calabria “A Casa tua”, sarà proprio lo chef executive Enzo Cannatà (in foto) a concretizzare l’incontro tra le Prugne di Terranova e l’alta gastronomia, proponendo in diretta piatti innovativi che valorizzano in pieno la “calabresità” tramite un vero e proprio “menu Deco”: tortino di verdurine croccanti di stagione, con pane nero tostato, Prugne secche di Terranova De.c.o., formaggio juncata, scamorza grigliata e guanciale croccante; risotto carnaroli di Sibari con Prugne di Terranova De.c.o., speck, robiola e noci; rollatina di pollo con ripieno di formaggio e Prugne di Terranova De.c.o. caramellate al timo su specchio di glassa con contorno d’insalata verde, arancia, prugne e mandorle tostate; tartina di farina integrale con germe di grano ripiena con crema pasticcera alle prugne e Prugne di Terranova De.c.o e fiocco di panna. E il caso di dire che ce n’è per tutti i gusti e per tutte le età. Ed è proprio per esaltare l’età dell’abitante più giovane e dell’abitante più anziano di Terranova Sappo Minulio che durante il “talk-cook show” serale, si terrà anche la premiazione della terza edizione della “Susina d’oro – Susina per sempre” alla presenza dell’assessore provinciale alle attività produttive Domenico Giannetta. Tutta la manifestazione andrà in onda in diretta streaming sul canale web di Calabria Ora e successivamente su Video Calabria.