Lampedusa, il sindaco Giusi Nicolini ripulisce il molo dopo sbarco clandestini

A terra una miriade di fazzoletti di carta, guanti monouso, bottiglie vuote, qualche indumento e centinaia di bicchieri di plastica. A ripulirlo ci ha pensato il sindaco dell’isola delle Pelagie, Giusi Nicolini, perché il compito spetta al Comune.

Un gesto significativo. Da sola ha raccolto i rifiuti riponendoli in alcuni sacchi neri per l’immondizia che nel frattempo le aveva portato il marito. I pescatori alla fine l’hanno salutata svelandole che fino a ieri le pulizie del molo dopo ogni sbarco le avevano fatte sempre loro. Un “segnale” davvero brutto dell’Italia di Mario Monti con gli italiani alla “fame” e gli immigrati a carico ora addirittura dei primi cittadini…

9 su 10 da parte di 34 recensori Lampedusa, il sindaco Giusi Nicolini ripulisce il molo dopo sbarco clandestini Lampedusa, il sindaco Giusi Nicolini ripulisce il molo dopo sbarco clandestini ultima modifica: 2012-08-01T16:37:18+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0