Crotone, criminalità plaude a soppressione tribunali al Sud

Presentata dalla Senatrice mozione per impedire un errore politico senza precedenti

Al peggio non c’è fine a proposito dei tagli delle Istituzioni, in modo particolare al Sud, che stanno provocando la totale desertificazione occupazionale. Una generazione di giovani meridionali che non ha assaporato ancora la gioia di sapere com’è fatto il mondo del lavoro.

Ultimo provvedimento in ordine di tempo in fatto di tagli riguarda i Tribunali del sud. A tal proposito la rappresentante politica del Pdl, Dorina Bianchi, ha commentato l’intervento del Governo a proposito del taglio dei tribunali:

“Se il Governo mantiene ferma la volontà di chiudere ben 69 uffici giudiziari al Sud sarà tra i più efficaci incentivi resi alla criminalità organizzata dallo Stato per incrementare la propria capillare presenza sul territorio e produrre livelli sempre maggiori di fatturato ad oggi, secondo alcune stime, rappresentato da circa 140 miliardi di euro”.

“Il decreto di attuazione della delega sulla revisione geografica giudiziaria – continua la senatrice Bianchi – comporta, infatti, la soppressione di 37 Uffici Giudiziari in Sicilia,5 inCalabria,13 inCampania e14 inPuglia, un vero e proprio atto di resa da parte dello Stato di fronte alla malavita organizzata che affligge l’Italia meridionale”.

“I tribunali nel Mezzogiorno d’Italia – proseguela Bianchi– costituiscono dei presidi di legalità indispensabili al fine di fronteggiare il fenomeno della criminalità organizzata e la loro presenza deve essere garantita per assicurare ai cittadini il principio di diritto di prossimità della giustizia ed è quindi necessario intraprendere una battaglia in difesa di quei principi di giustizia e legalità che rischiano di essere annullati”.

“A questo scopo – conclude la senatrice Bianchi – ho presentato una mozione affinché il Governo, in Calabria e nelle altre Regioni ad elevata densità criminale e mafiosa, mantenga aperti tutti gli uffici giudiziari evitando di commettere un grave errore politico e istituzionale che farebbe aumentare il senso di sfiducia verso le Istituzioni tutte, favorire i lucri illeciti dei sodalizi criminali e mettere in ginocchio il sistema imprenditoriale”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin