Gallarate, utilizzano 1400 lavoratori in nero

Formalmente assunti da altre società compiacenti che non pagavano né contributi né imposte, per adempiere alle commesse che si aggiudicavano in tutto il Nord Italia a prezzi molto competitivi. Una maxi frode contributiva e fiscale è stata scoperta dagli uomini della Guardia di Finanza di Gallarate in provincia di Varese.

A seguito di una complessa indagine coordinata dalla Procura di Busto Arsizio, hanno denunciato 11 imprenditori, individuato oltre 1.400 lavoratori irregolari, scoperta un’evasione per 23 milioni di euro e sequestrato agli imprenditori responsabili della frode beni per oltre 4 milioni di euro, tra cui ville e yacht.