Grotta del Sangue, la disperazione dei genitori di Andrea Petroni

Romano di 41 anni il sub recuperato senza vita dalle squadre di vigili del fuoco e sommozzatori della Capitaneria di Porto nella “Grotta del sangue” di Palinuro. Mentre proseguono le operazioni di recupero degli altri corpi, il cadavere del Andrea Petroni si trova attualmente su una banchina del porto di Palinuro. Ad attenderlo, tra scene di disperazione, il padre e la madre, giunti sul posto non appena hanno saputo che tra i quattro dispersi c’era anche il figlio.

Mentre a Palinuro si stanno recando i familiari degli altri dispersi, sul porto turistico di Palinuro è un frenetico via vai di sommozzatori e imbarcazioni che fanno la spola con la grotta, tutti impegnati nelle ricerche dei dispersi. Sul porto, oltre a tanti turisti a gente del posto, è presente anche il sindaco di Centola-Palinuro, Carmelo Stanziola, che da ore segue gli sviluppi delle ricerche.