Domenica la Formula 1 fa tappa a Valencia ma il pensiero è Vettel

Il Circus approda nel circuito definito “il più stradale fra i cittadini”, dove si corre il Gran Premio d’Europa, ottava prova del Mondiale 2012 che ha visto fin’ora sette diversi vincitori nelle prime sette gare. La Ferrari, rinfrancata dalle buone prestazioni di Montecarlo e Montreal, circuiti per caratteristiche simili a quello ricavato nel porto valenciano, prepara ulteriori evoluzioni tecniche sulla F2012. Fino a poche settimane fa la F2012 aveva evidenti problemi di trazione, Montreal ha dimostrato che in questo settore sono stati compiuti notevoli progressi.

“Tutto è dipeso dall’enorme quantità di lavoro, dal numero di persone impiegate e dalla particolare attenzione dedicata ad aerodinamica, design e produzione”, ha dichiarato Nikolas Tombazis, Chief Designer della Scuderia Ferrari. “L’intenso lavoro degli ultimi mesi ha prodotto una vettura molto migliorata. Abbiamo lavorato con determinazione per affrontare tutte le criticità riscontrate già durante il primo test invernale”.

Bernie Ecclestone pensa che Sebastian Vettel sia “troppo giovane” per passare alla Ferrari. E’ la risposta del boss della Formula 1 alle affermazioni di Stefano Domenicali della Ferrari che vedrebbe possibile una convivenza tra il tedesco e Alonso a partire dal 2014. “Non adesso. E’ troppo giovane. Normalmente in Ferrari si chiude la carriera”, ha dichiarato Ecclestone alla Bild.

Nonostante i suoi dubbi comunque, Ecclestone crede che la convivenza con Fernando Alonso non sarebbe un problema. “Non dovrebbe essere un problema, entrambi sono due piloti che sono costantemente alla ricerca di nuove sfide”. Ecclestone ha anche espresso la sua sull’atteggiamento delle squadre, che cercano sempre di interpretare il regolamento ai limiti della legalità. “Se fossi un team boss, proverei a trovare un exploit nelle regole”, ha dichiarato Ecclestone.

Lascia un commento