Torino diventa gay city per un giorno

Il Torino Pride, storica manifestazione dell’orgoglio gay, sarà quest’anno anche l’occasione per la celebrazione di 24 matrimoni fra coppie dello stesso sesso. Il rito, di valore puramente simbolico, sarà officiato domani da un nutrito gruppo di esponenti politici bipartisan di Torino e del Piemonte.

I matrimoni saranno celebrati da consiglieri regionali, consiglieri comunali e assessori della Giunta Fassino, in rappresentanza di Pd e PdL, Sel e due liste locali.

Lascia un commento