Vicenza, frode nel settore orafo evasi 60 milioni

Le Fiamme Gialle di Vicenza hanno scoperto un raffinato sistema di frode nel settore orafo, accertando un’evasione di 70 milioni grazie ad una vendita “in nero”‘ di 33 quintali di oro che erano stati fatti credere falsamente esportati. Denunciate 15 persone per contrabbando, falso ideologico, appropriazione indebita e reati fiscali.

Coinvolti sette rappresentanti doganali di note case di spedizioni di Vicenza e sei aziende orafe. Le indagini sono state condotte in Russia, Hong Kong, Croazia.

Lascia un commento