Monti prova a difendere il suo posto da Premier

“I tre leader hanno confermato il pieno sostegno al Governo e l’impegno a portare sollecitamente a compimento le riforme all’esame del Parlamento e i provvedimenti in corso di elaborazione nell’ambito della spending review”. E’ quanto si legge in una nota di palazzo Chigi, al termine del vertice tra il premier Mario Monti e i leader Angelino Alfano, Pierluigi Bersani e Pier Ferdinando Casini. “L’Italia ha necessità di coesione delle forze politiche nel sostegno all’azione di risanamento e di crescita condotta dal Governo. Ciò consentirà al Paese quell’unità di intenti necessaria a superare la criticità del contesto attuale e a dare all’estero un’immagine coesa”. Lo ha detto il Presidente del Consiglio Mario Monti ai tre leader di maggioranza, Alfano, Bersani e Casini.

Mario Monti (si legge nella nota di palazzo Chigi) “preoccupato dalla situazione di emergenza causata dall’evoluzione dei mercati finanziari internazionali, che coglie l’Italia nel momento in cui deve fronteggiare le conseguenze del terremoto, ha voluto incontrare, insieme al Sottosegretario Antonio Catricalà, il segretario del PdL Angelino Alfano, il segretario del Pd Pierluigi Bersani e il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini. Il Presidente del Consiglio li ha informati nel dettaglio sulla situazione economica e finanziaria in Europa, dell’atteggiamento che l’Italia assumerà nei prossimi appuntamenti con i capi di Governo degli stati membri”. Impegno a portare sollecitamente a compimento le riforme all’esame del Parlamento e i provvedimenti in corso di elaborazione nell’ambito della spending review. Dell’esito positivo dell’incontro, Monti ha informato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il Presidente del Senato Renato Schifani e il Presidente della Camera dei Deputati Gianfranco Fini.

Lascia un commento