Paura nella Capitale, sequestrato un imprenditore

Incubo sequestri nel Lazio. Brutta disavventura per un uomo di 70 anni, romano, proprietario di un’autorimessa, che ieri mattina è stato sequestrato riuscendo però a liberarsi e a sfuggire ai suoi aguzzini. I Carabinieri sono ora sulle tracce di una o più persone che hanno compiuto il fallito sequestro lampo. L’anziano ha approfittato di un momento di distrazione dei rapitori per allentare le corde che lo legavano e scappare da una finestra.

Tutto è iniziato domenica mattina nella zona di Valle Aurelia, nel garage di cui la vittima è titolare. Un collaboratore del 70enne è stato tramortito con un colpo alla testa sferrato con il calcio di una pistola e quando si è ripreso non ha più trovato il principale, ma solo un biglietto dove si chiedevano 500 mila euro di riscatto. I rapitori annunciavano che la famiglia sarebbe stata contattata per la consegna dei soldi.

L’uomo è stato imbavagliato e bendato da uno o due uomini con il volto coperto. Poi è stato fatto salire in macchina e portato in un casolare abbandonato in provincia di Latina. Dopo aver passato tutta la giornata recluso e legato a un letto, l’uomo nella notte, in un momento di distrazione dei rapitori, è riuscito a scappare dalla finestra e a raggiungere una vicina abitazione di campagna dalla quale ha potuto contattare i Carabinieri.

Lascia un commento