Milano, il notaio Vincenzo Ialenti uccide la compagna e poi si suicida

Dramma familiare in Lombardia dove uno stimato notaio milanese, Vincenzo Ialenti, 45 anni, con uno studio a Trezzano sul Naviglio, e la sua compagna, una donna russa di 30 anni, sono stati trovati morto all’interno dell’abitazione dell’uomo in piazza Lega Lombarda a Milano.

I corpi giacevano l’uno sull’altro e gli inquirenti della Polizia ipotizzano che il professionista abbia ucciso la donna e poi si sia tolto la vita. I decessi risalgono a domenica sera.

Lascia un commento