Gonzaga, aumenta numero sfollati nella tendopoli, edifici storici e rurali si aggrava il bilancio

Dopo la scossa di domenica, le persone presenti nel campo di accoglienza di Gonzaga sono passate in poche ore da 190 a 220. Nel campo prestano servizio volontario un pediatra ed un’ostetrica, che assistono gli oltre 60 bambini ospitati nelle tende. Ieri il sindaco ha inoltre richiesto ufficialmente a Regione Lombardia l’attivazione del Gruppo Scout Agesci con funzioni di Protezione Civile, per integrare l’operato del personale presente nel campo gonzaghese.

Si attende per domani l’indicazione della Soprintendenza di Brescia per decidere le modalità di intervento sulla torre minore di piazza Castello e sulla chiesa parrocchiale di Gonzaga, già irreversibilmente compromesse dalle precedenti scosse.  Per tutta la settimana tre squadre dei vigili del fuoco effettueranno ulteriori sopralluoghi nel territorio. Le maggiori criticità si rilevano a carico delle aziende agricole, la stragrande maggioranza delle quali già colpite da ordini di abbattimento di strutture pericolanti. Oggi i vigili del fuoco hanno recuperato il server del sistema informatico dell’Itas “Strozzi” di Palidano, per consentire agli studenti di sostenere gli esami di maturità.

Lascia un commento