Reggio Calabria Provincia Enoica conquista l’Ucraina

Parola chiave internazionalizzazione. E’ lo spirito che ispira l’azione dell’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Reggio Calabria. Dopo le iniziative volte alla conoscenza ed a favorire l’esportazione delle eccellenze agroalimentari reggine in Germania e in Canada nell’ambito del progetto “Reggio Calabria, provincia enoica”, adesso è la volta dell’Ucraina.

Martedì 5 giugno, a partire dalle ore 09:30 e per l’intera giornata vi saranno gli incontri “business to business” con i buyers delle principali catene di commercializzazione per l’ortofrutta e l’agroalimentare. L’incontro voluto dal presidente Giuseppe Raffa e dall’assessore al ramo Gaetano Rao mira a consentire alle aziende in grado di esportare le proprie produzioni di eccellenza, di incontrare direttamente i rappresentanti delle realtà commerciali più rappresentative dell’Europa dell’Est tra cui Fructy Mira, Gospodar, Hotei, Vasily Mikulin, Vinfort, Vinitza. L’incontro è realizzato in collaborazione con il Consolato onorario dell’Ucraina in Calabria rappresentato dal console onorario Salvatore Federico e dalla Camera di Commercio di Donetsk rappresentata da Gennady Chizikov.

Viva soddisfazione per l’assessore Gaetano Rao (in foto) per il quale “si conclude questo primo ciclo di incontri operativi per le aziende agricole ed agroalimentari del reggino, nell’ambito del vasto progetto “Reggio Calabria, provincia enoica”. Dopo le iniziative rivolte al nord Europa ed al nord America ora è la volta dell’Ucraina in quanto ponte commerciale verso la Russia e gli altri paesi in crescita dell’Europa dell’est. La presenza di buyers di aziende di primo livello e di interpreti professionisti grazie al console onorario dell’Ucraina in Calabria, riteniamo che realmente le aziende vocate potranno essere orientate nel breve periodo verso nuovi e redditizi sbocchi commerciali. Anche per l’Ucraina così come per la Germania ed il Canada, stiamo ipotizzando delle forme di collaborazione istituzionale con finalità promozionali e commerciali già a partire dai prossimi mesi; ciò anche in virtù dello svolgimento dei campionati Europei di Calcio i quali accenderanno i riflettori sull’Italia”.

Dunque i vini, gli oli, l’ortofrutta e le produzioni agroalimentari del reggino potranno essere considerati i prossimi prodotti da far degustare sulle tavole dei buongustai delle popolose e numerose regioni della vasta Ucraina e dei Paesi limitrofi dell’ex Unione Sovietica.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento