Mubarak condannato all’ergastolo, colto da crisi cardiaca

L’ex presidente egiziano è stato condannato all’ergastolo per aver ordinato di sparare sui manifestanti durante i 18 giorni della rivoluzione del 25 gennaio, provocando la morte di 850 persone.

All’ergastolo è stato condannato anche l’ex ministro dell’Interno, Habib al-Adly, per il quale l’accusa aveva chiesto la pena di morte. Anche lui è stato riconosciuto colpevole di aver ordinato di sparare sulla folla.

Hosni Mubarak è stato colpito da una crisi cardiaca. Lo riferisce la tv di Stato egiziana. Le prime cure mediche gli sarebbero state portate già a bordo dell’elicottero che lo stava trasportando alla prigione di Tora.

Lascia un commento