Monteprandone, Bernardino Capriotti si toglie la vita

Ancora suicidi per la crisi economica. Vantava crediti da privati che stavano compromettendo la salute economica della sua azienda. Sembrerebbe essere questo il motivo per cui Bernardino Capriotti, 49 anni, imprenditore edile di Monteprandone, in provincia di Ascoli Piceno, si è ucciso impiccandosi con una corda nel garage di una casa in costruzione a Colonnella in provincia di Teramo.

Sono stati i familiari, preoccupati perché non lo sentivano al cellulare, a scoprire il corpo senza vita del congiunto all’interno dell’immobile in costruzione distante pochi chilometri dalla sua residenza marchigiana. Le indagini sono state affidate ai Carabinieri di Colonnella che hanno appreso delle difficoltà economiche dell’uomo che doveva riscuotere diversi crediti, ascoltando i familiari.

Lascia un commento