Alfano rottamatore del Pdl

Il dopo Berlusconi nella politica italiana è iniziato. E dopo la “caduta” del Cavaliere e del Senatur, il centrodestra è in cerca di identità o meglio a caccia di consensi. Ecco perché Angelino Alfano, da successore designato del Premier, è chiamato ad un compito “arduo”, una sorta di missione impossibile: salvare il salvabile. La parola chiave è rottura con il passato. Così il segretario pidielllino annuncia che “da giugno farò un giro per tutte le regioni per andare a scoprire i giovani talenti, già eletti, che potranno far parte di una squadra nuova”.

“Come le grandi squadre di calcio che hanno vinto – ha sostenuto – c’è necessità di un ricambio”. E i nuovi “giocatori” Alfano vuole andare a sceglierli di persona in giro per lo stivale. “Se c’è una nuova generazione pronta a scendere in campo – ha sottolineato – sarebbe un delitto non permetterlo”.

Lascia un commento