Genova, Equitalia pignora casa di artigiano, lui si impicca in camera da letto

All’origine del gesto, secondo i Carabinieri, ci sarebbe un debito di 30 mila euro con Equitalia, che gli aveva appena pignorato la casa. Accanto al corpo dell’artigiano di 64 anni gli investigatori avrebbero trovato una lunga lettera che spiega le ragioni del suicidio. A compiere la macabra scoperta è stato il figlio dell’artigiano.

Sul caso indagano i Carabinieri della compagnia di Sampierdarena. La salma è stata trasferita all’Istituto di medicina legale del San Martino e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria.
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento