Gli italiani non cedono al terrore e alle intimidazioni

Con queste parole il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha risposto a una domanda sull’allarme che la società civile può provare di fronte agli ultimi avvenimenti di cronaca.

“Abbiamo sentito cosa diceva della paura Giovanni Falcone, e cioè che chi non la ha è stupido. L’importante è fronteggiarla, ma gli italiani non cedono alle intimidazioni e al terrore”. Come è successo a Brindisi. Anzi, Napolitano ha sottolineato la “grande capacità e volontà di resistenza per cambiare la società” dimostrate in questi giorni.

Lascia un commento