Terremoto, chiuse scuole e chiese in provincia di Rovigo

Stop alle lezioni. L’anno scolastico si chiude in anticipo e si riparte a settembre, per motivi di sicurezza. Il provvedimento interessa le scuole elementari di Castelmassa e l’istituto agrario di Trecenta, nel Rodigino.

E’ la decisione presa dopo i sopralluoghi effettuati negli istituti scolastici polesani per verificare i danni causati dal terremoto. Gli studenti saranno ospitati provvisoriamente in altri edifici.

Per il momento inagibili anche le chiese di Ficarolo, Calto, Stienta, Salara, Fiesso e Gaiba.

Lascia un commento