Carpi, suicida l’ex imprenditore Luigi Bignardi

Operava nel settore tessile-abbigliamento, il 68enne che si è impiccato nel suo appartamento a Carpi, dove viveva solo, lasciando una lettera destinata a moglie e figli in cui faceva riferimento ad un debito di 250.000 euro accumulato, così sembrerebbe, anche nei confronti di Equitalia.

La Polizia ha sequestrato la lettera e alcune cartelle di documenti. Il corpo di Luigi Bignardi è stato portato alla Medicina legale di Modena per l’autopsia.

Lascia un commento