Attentato a Brindisi, Melissa Bassi era figlia unica

La studentessa sedicenne morta nell’attentato dinamitardo era di Mesagne. Il papà di Melissa è un operaio, fa il piastrellista, e la mamma è una casalinga. “Era figlia unica – racconta il sindaco di Mesagne, Franco Scoditti, dopo aver incontrato i genitori – e ovviamente era una ragazza molto amata e coccolata, era la gioia di questi genitori che vivevano per lei”.

“Il papà e la mamma della ragazza sono tornati a Mesagne dopo essere stati nell’obitorio dell’ospedale di Brindisi e ora – racconta il sindaco – sono nella loro casa, distrutti dal dolore. Quando li ho incontrati non sono riuscito purtroppo a trovare parole di conforto”.

Lascia un commento