Famiglia Bossi indagata per truffa ai danni dello Stato

Umberto Bossi è indagato dalla procura di Milano per truffa ai danni dello Stato in concorso con l’ex tesoriere Francesco Belsito. L’accusa riguarda i rimborsi elettorali ottenuti dal partito con un rendiconto, secondo l’accusa, infedele presentato nell’agosto del 2011.

Renzo e Riccardo Bossi sono indagati dalla procura di Milano per appropriazione indebita in relazione alle loro spese personali pagate, secondo l’accusa, con i fondi del partito. I due rispondono di appropriazione indebita in concorso con l’ex tesoriere della Lega Francesco Belsito.

Il senatore Piergiorgio Stiffoni è indagato dalla Procura di Milano nell’ambito dell’inchiesta sui fondi della Lega Nord.

Lascia un commento