Avviati lavori pubblica utilità a San Giovanni al Natisone

Sono stati avviati i lavori di pubblica utilità nel Comune di San Giovanni al Natisone (Ud). Ad essere coinvolti sono sette giovani (con un’età inferiore ai 35 anni), che fino alla fine dell’anno parteciperanno alle attività promosse dal Comune. Come previsto dal bando, 2 persone stanno lavorando per l’area amministrativo-culturale nell’ambito del progetto di valorizzazione di villa De Brandis. Sotto il coordinamento del personale comunale, si stanno occupando del miglioramento della fruizione al pubblico del complesso museale comunale. Altri 2 giovani sono stati assegnati al progetto di recupero lavoro arretrato di tipo amministrativo dell’area demografica e dei servizi sociali, uno si sta occupando di dare manforte all’area finanziaria e altri 2 sono stati individuati per lavori di valorizzazione del patrimonio pubblico e del verde, ed assegnati quindi all’area tecnica.

I progetti per queste 7 persone sono stati presentati dal Comune, approvati e finanziati dalla Regione, che copre il 95% dei costi (la restante parte è a carico del Comune). Si tratta di azioni attuate nell’ambito della linea di intervento Obiettivo 2 del programma operativo del fondo sociale europeo 2007/2013 (competitività regionale e occupazione), ai sensi dell’articolo 9 della legge regionale 30 dicembre 2009 numero 24 (legge finanziaria 2010).

«Come Comune – afferma il sindaco Franco Costantini – cerchiamo di fare il possibile per offrire un’opportunità lavorativa a chi è disoccupato. E la formula dei lavori di pubblica utilità costituisce uno strumento valido per venire incontro alle esigenze di chi è senza un’occupazione e, nelle stesso tempo, alle necessità del Comune».

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento