Crotone batte la Nocerina e conquista la salvezza

Giornata decisiva per alcune sentenze. Il Gubbio, sconfitto (3-0) a Padova, è la seconda squadra che saluta la serie bwin dopo il già retrocesso Albinoeffe. Pescara, Torino, Sassuolo, Verona, disputeranno sicuramente i playoff per accedere alla massima serie. Per il resto delle sentenze occorre aspettare le prossime due giornate per sapere chi tra Nocerina, Vicenza, Livorno, dovrà disputare i playout o retrocederà direttamente in C1.

Bari, Grosseto, Cittadella e Crotone possono vidimare il lasciapassare per la prossima stagione di B. Per quanto concerne la partita dell’Ezio Scida da segnalare il comportamento antisportivo dei tifosi molossi.  

Bisogna accettare la sconfitta! Sempre e comunque senza creare disagi alle forze dell’ordine non avendo mantenuto un comportamento sportivo nei confronti della città che li ospitava lanciando bottiglie e sassi dal pullman. Avvenimenti che turbano chi si reca allo stadio, tifosi locali ed ospiti, per assistere all’incontro. Fortunatamente l’evento negativo è stato ben gestito dagli addetti all’ordine e non si sono verificati incidenti gravi.

L’amarezza dei tifosi campani per la quasi retrocessione della loro squadra non può essere smaltita con gesti inadeguati e che fanno male allo sport.

Il tecnico Auteri, ed i suoi giocatori si erano presentati all’Ezio Scida sapendo che il risultato negativo avrebbe condannato la squadra alla quasi matematica retrocessione ed hanno impostato la partita di conseguenza giocando a ritmi elevati per tutto il primo tempo. Mister Auteri ha predisposto i suoi con il 4-4-2 con Catania e Laverone centrocampisti esterni pronti ad affiancare in attacco la coppia Merino Castaldo.

Crotone con una sola variante rispetto alla formazione sconfitta a Sassuolo: De Giorgio in sostituzione di Maiello.

Ha avuto la meglio la squadra di Drago che conquista l’ottava vittoria casalinga (quinta dell’era Drago) e chiude la pratica salvezza che significa prepararsi a disputare il prossimo campionato di bwin (quarto consecutivo, nono della storia).

Perla Nocerinasi è trattato dell’undicesima sconfitta esterna che tradotta in cifre equivale a prepararsi per il prossimo campionato di C1. Ma per sapere quale sarà effettivamente la classifica dopo la quarantaduesima giornata occorre aspettare la definitiva sentenza del calcio scommesse. Comunque vada, il Crotone merita un premio speciale e dalla critica e dalla Lega calcio, per non essere mai stato coinvolto  in nessun illecito sportivo.

Il caldo, la necessità di conquistare punti salvezza, hanno consigliato ai protagonisti di giocare al risparmio per non pagare pegno alla resistenza fisica e tentare l’affondo il contropiede. Cosa che ha fatto benela Nocerinaper metà del primo tempo senza concretizzare. Una sola volta, trentaquattresimo minuto, Castaldo in area avversaria impegna Belec. In precedenza è stato il Crotone in seguito ad una triangolazione, Abruzzese, Florenzi, Ciano, Correia con quest’ultimo che calcia il pallone addosso al portiere.

Ancora il Crotone con Ciano (migliore in campo) ad obbligare Concetti ad una difficile respinta.

La ripresa è tutta a favore dei locali. Inizia Florenzi a dare fastidio al portiere Concetti calciandogli il pallone tra le mani. Ancora Calil al 14° manda di poco a lato la sfera.La Nocerinasi fa vedere in area del Crotone con Castaldo dopo una fuga ma non concretizza da favorevole posizione. Il primo gol dei locali è nell’aria ed arriva al 30°. Lo realizza il bomber Cali che mette dentro il pallone in seguito ad un colpo di tacco dopo l’assist di Florenzi.

 

Crotone     3

Nocerina    1

 

Marcatori: Calil 30°, Ciano 81°, Di Maio 92°, Gabionetta 94°

 

Crotone (4-3-2-1): Belec, Vinetot, Abruzzese (Tedeschi), Mazzotta, Eramo, Florenzi (Maiello), Galardo, Ciano, Calil, De Giorgio (Gabionetta). All. Drago

 

Nocerina (4-4-2): Concetti, Figliomeni, Rea, Di Maio, Giuliatto, Catania, Mingazzini (Parola), Bruno, Laverone, Merino, Castaldo. All. Auteri

 

Arbitro: Nasca di Bari. Coll. Ciancaleoni di Foligno, Crispo di Genova

Quarto giudice: Castrignanò di Catania

Ammoniti: Florenzi, Abruzzese, Vinetot, Gabionetta, Rea, Di Maio

Angoli:7 a0 per il Crotone

Recupero: 1 e 4 minuti

Spettatori paganti 1598 (510 ospiti); abbonati 2433. Incasso totale 23.037,56 euro

 

Il raddoppio cinque minuti dopo. Fallo su Ciano da parte di Giuliatto fuori dall’area di rigore. Batte lo stesso Ciano ed insacca.La Nocerinaaccorcia le distanze, 47°, con di Maio ma serve a poco giacché Gabionetta due minuti dopo mette dentro il terzo gol dopo essersi bevuta tutta la difesa.

Crotone salvo, Nocerina che spera nel miracolo dei play-out se vince i prossimi incontri.

Lascia un commento