Genova, caccia al commando che ha gambizzato Roberto Adinolfi

A stilare un primo sommario identikit è la stessa vittima. A sparare un uomo alto circa un metro e ottanta, occhi scuri, capelli lunghi sul davanti a coprire parte della fronte. Adinolfi è ancora in ospedale. Gli inquirenti non hanno dubbi sulla matrice terroristica.

Gli inquirenti, a caccia dei due membri del commando, stanno ancora aspettando la rivendicazione del gesto. “Allo stato attuale non ho notizia”, ha detto il Procuratore di Genova Michele Di Lecce che rimane cauto anche se la matrice terroristica resta l’ipotesi investigativa più valida.

Lascia un commento