Domodossola, pagavano case con soldi falsi

Incassavano dall’acquirente soldi veri per l’intermediazione nella compravendita di case, alberghi e capannoni industriali, e ne davano di falsi ai venditori per l’anticipo della transazione. Era il trucco messo a segno, grazie all’utilizzo di valigette con doppio fondo, da 11 falsi intermediari di una inesistente società londinese, scoperti dalla Polizia di Domodossola.

Sono stati arrestati per associazione a delinquere. La truffa immobiliare era ramificata in Piemonte, Lombardia,Veneto, Lazio.

Lascia un commento