La Chiesa russa a difesa di Putin

Campane a distesa, decine di migliaia di fedeli da tutta la Russia attorno alla grande cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca per una messa solenne. Così la Chiesa ortodossa reagisce al “sacrilegio” della “preghiera punk” contro Putin del 21 febbraio, quando il gruppo punk femminista delle Pussy Riot ha compiuto un blitz nella cattedrale, improvvisandovi un concerto scandendo “Madre di Dio, caccia Putin!”.

Le ragazze furono arrestate e rischiano 7 anni di carcere.

Lascia un commento