Cagliari, rimane senza lavoro e si impicca

Un artigiano edile di 52 anni, rimasto senza lavoro, si è impiccato in Sardegna perché non sapeva più come mantenere moglie e 3 figli. “Scusatemi ma forse non è solo colpa mia”, ha scritto in un messaggio ai familiari lasciato sul tavolo usato per raggiungere la fune con cui si è impiccato.

Era uscito di casa due giorni fa ed era scomparso. Le ricerche non avevano dato esito. Ieri un cognato è andato in un locale che l’uomo usava come deposito scoprendo il corpo appeso a una trave.

Lascia un commento