L’Inps offre rassicurazioni agli esodati

“L’Inps ha fornito doverosamente ai ministeri una platea potenziale di tutte le persone che sono in mobilita’”. Lo ha precisato il presidente dell’Inps Antonio Mastrapasqua intervistato da Gruber nella trasmissione a Otto e Mezzo. “Il Governo facendo una scelta politica dovrà mettere dei paletti, bisognerà avere la massima attenzione che questi paletti siano fatti secondo la legge nel rispetto di tutte le esigenze e necessita’”. E ha aggiunto: “Il ministro Fornero ha già fornito un numero e ci sarà un decreto entro il 30 giugno: se i segretari dei sindacati hanno chiesto un appuntamento vuol dire che vorranno condividerlo e credo che il Ministro non abbia nessuna difficoltà a farlo. Fare un processo a un decreto che non c’é – puntualizza – non fa del bene alle persone che aspettano risposte. Il primo problema può sorgere a una persona dal 1° gennaio del 2013, quindi c’e ancora un po’ di tempo”. Quanto alla capacità

dell’Inps di rispondere a nuove esigenze, Mastrapasqua ha replicato: “L’Inps ha già risposto ai cosiddetti esodati della riforma Sacconi e a quelli della riforma Damiani: mi sembra non abbia tenuto mai nessuno per strada né senza i sussidi. Nel momento in cui ci sarà un decreto l’Inps dovrà fare doverosamente il suo dovere. Sono confidente – conclude – che una legge ben fatta, e forse andava scritta meglio e un decreto che dovra’ essere fatto dai ministeri faranno si’ che tutte le persone che hanno diritto potranno avere la loro soddisfazione”.

Lascia un commento