Genova, gli studenti universitari incontrano i candidati sindaco

Presso la sede centrale dell’Ateneo genovese, gli studenti universitari avranno la possibilità di incontrare il futuro sindaco, chiunque egli sia, fargli domande, dargli suggerimenti, esporre problematiche, con due scopi fondamentali: ottenere risposte chiare su come verrà governata la città nei prossimi 5 anni rispetto ai programmi elettorali presentai e partecipare attivamente alla vita politica e civile della città di Genova.  L’incontro vuole permettere agli studenti di prendere consapevolezza che le scelte politiche di oggi influenzeranno il loro futuro e offrire agli universitari la possibilità di rendersi parte attiva nella costruzione di queste scelte, mettendosi in gioco. L’incontro avrà inizio alle ore 15,oo di oggi e sono previsti alcuni temi base per il dibattito, ma molta importanza sarà data agli argomenti che gli stessi universitari vorranno sottoporre all’attenzione del futuro sindaco.  In particolar modo, saranno toccati i seguenti punti:

IL FUTURO DI GENOVA: COME PENSANO I CANDIDATI DI FAR RIMANERE A GENOVA GLI STUDENTI UNIVESRISTARI E ATTRARRE NUOVI GIOVANI? In una città che diventa sempre più vecchia lo sviluppo economico e sociale è un elemento centrale di qualunque discussione.

LAVORO E OCCUPAZIONE: COME PENSANO DI CONTRIBUIRE ALLE POLITICHE PER IL LAVORO E L’ORIENTAMENTO SCOLASTICO E PROFESSIONALE? Alla luce dell’abolizione delle province, i comuni aumenteranno le loro competenze in materia.

DIRITTO ALLO STUDIO: COME PENSANO DI CONTRIBUIRE AL DIRITTO ALLO STUDIO? COSA INTENDONO FARE PER SOPPERIRE ALLA CLAMOROSA MANCANZA DI SPAZI PER STUDIARE NELLE ORE SERALI E NEI GIORNI FESTIVI? Dati alla mano il diritto allo studio è sempre più compresso e i fondi ministeriali diminuiscono. I comuni possono compensare con strutture e servizi.

EDILIZIA: COSA PENSANO DEL PROGETTO PER SPOSTARE IL POLO UNIVERSITARIO DI INGEGNERIA AGLI ERZELLI? Sono anni che si parla di quest’opera, in cui il comune è necessariamente attore fondamentale.

Lascia un commento