Reggio Calabria, scattano manette per omicidio di Angela Costantino

Tradì il marito boss e per questo pagò con la vita. E’ la storia di Angela Costantino, assassinata nel 1994 a Reggio Calabria. La squadra mobile, grazie alle rivelazioni di alcuni pentiti tra cui Maurizio Lo Giudice, fratello del boss Nino, anche egli pentito, ha scoperto i tre presunti responsabili dell’omicidio della donna, arrestati nell’ambito dell’operazione che ha portato all’esecuzione di 12 ordinanze di custodia cautelare per associazione mafiosa. Sequestrati beni per cinque milioni di euro.

9 su 10 da parte di 34 recensori Reggio Calabria, scattano manette per omicidio di Angela Costantino Reggio Calabria, scattano manette per omicidio di Angela Costantino ultima modifica: 2012-04-14T06:38:12+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento