Lo scandaloso finanziamento pubblico ai partiti

Panta Rei diceva Eraclito, tutto scorre. E con il “tutto” anche la nostra vita che anche se pur breve che sia altri da tempo per vari motivi giornalmente l’avvelenano. Il mio veleno giornaliero è la strafottenza ormai radicata della Casta. Sissignori avete capito bene, la Casta e, come dice un sano proverbio antico: la lingua batte dove il dente duole! Ma è il sacrosanto principio democratico a portarmi per mano a pensare a come coloro che la compongono con la loro faccia di suola proprio se ne fregano e continuano nonostante le ambientazioni cinematografiche siano ormai cambiate a recitare la solita stessa pantomina rinnovandosi solo negli accenti. Mi hanno fatto male sentire in pubblico dibattito televisivo parole come: sono talmente tanti i soldi del finanziamento pubblico che arrivano nelle nostre casse che non sappiamo più come spenderli…. Ed infatti vengono investi in buoni del tesoro. E’ uno schiaffo sonante che ci arriva in faccia e ci sta pure bene. Ma voi ci pensate? Se non erro proprio il finanziamento pubblico ai partiti era stato abrogato da referendum popolare, ed invece ancora ne usufruiscono e non se ne parla neanche a levarlo avete capito? La domanda è: ma noi che contiamo? Stando così le cose, spontaneamente direi un bel fico secco, sarà così? Questo lo potremo appurare al prossimo appuntamento elettorale! Vogliamo scommettere che la stragrande maggioranza degli italiani si presenterà regolarmente ai seggi elettorali ad esprimere la propria volontà? E poi si che cadremo dalla padella sulle braci e sapete perché? Perché tutto tornerà come prima che fosse stato chiamato un nuovo comandante a pilotare la bagnarola. Anche questo ha sbagliato la manovra ed invece di entrare nel porto abbiamo ripreso il largo, il guaio è che siamo partiti senza controllare se la stiva fosse approvvigionata ed infatti stiamo cominciando a patire a causa di tante ristrettezze ….. la ciurma però e non quelli della plancia di comando che se la spassano e se la godono alla faccia nostra. Io non so quando la ciurma s’incazzerà come un riccio!, e se questo davvero dovesse succedere come se la caveranno quelli della plancia comando? Insomma in questo ginepraio di sopraffazioni non si fa in tempo a somatizzare la notizia di Caio che è stato pescato a rubare che ne arriva un’altra che tanti Sempronio sono stati anch’essi arrestati per ruberie e truffe varie. Avete fatto caso? Tutti quelli beccati con le mani nel sacco, dai calciatori corrotti ai politici, hanno detto la stessa identica cosa come fosse un copione:… sono tranquillo e ho fiducia nella giustizia! Mai nessuno che avesse detto: me la sto facendo addosso…. È strano davvero strano. Mi sa che sarà bene pensare ad abbandonare questo paese inospitale e incasinato per un altro lontano dallo schifo e dalla nausea che pian piano ci ha tolto il respiro! Italiani brava gente….. andate pure a votare e ad ossequiare i vostri padroni!

Lascia un commento