Cosenza, Giovanni Bertocco e Cesare Quarta travolgono l’agente Francesco Sorrentino

Un episodio di inaudita violenza in Calabria. Un agente della Polizia Stradale, il 35enne Francesco Sorrentino, è stato travolto in via Popilia da una moto in sella alla quale viaggiavano due pregiudicati ventenni, Giovanni Bertocco e Cesare Quarta, considerati affiliati ai clan di Cosenza. Il poliziotto investito stava effettuando un posto di blocco con un collega.

I due agenti hanno fermato per un controllo i due pregiudicati che, oltre a non arrestare la corsa della moto, si sono diretti verso Sorrentino che, dopo essere stato colpito violentemente, è finito sull’asfalto urtando con forza il capo su un angolo del marciapiedi. Sebbene a terra, l’agente è riuscito a rimettersi in piedi, a bloccare un giovane e a frenare la moto.

Il controllo effettuato subito dopo ha permesso di scoprire che Bertocco era in possesso di una pistola che, dagli accertamenti eseguiti, è risultata essere stata usata pochi mesi fa nell’agguato in cui è stato ferito lo zio, Francesco Bertocco. Il giovane è stato, quindi, tratto in arresto.

Gli inquirenti ritengono che i due giovani fossero pronti a commettere un reato e stanno valutando quale provvedimento adottare nei confronti di Quarta. L’agente investito è stato accompagnato all’ospedale “Annunziata”

Lascia un commento