La Cina perseguita ovunque le minoranze

La Cina ha chiesto al Giappone di non consentire una riunione a Tokyo del Congresso mondiale degli uighuri, un’organizzazione di esuli dalla provincia cinese del Xinjiang che Pechino accusa di secessionismo, in calendario a maggio.

Lo ha affermato oggi il portavoce del ministero degli esteri cinese Liu Weimin, secondo il quale l’organizzazione ”é dedita ad attività dannose per la sovranità e l’integrità territoriale della Cina”. Gli uighuri sono turcofoni e musulmani.

Lascia un commento