Crotone, messaggio pasquale Mons. Graziani

 
Quello che segue è il messaggio pasquale rivolto ai fedeli della Diocesi di Crotone – Santa Severina durante l’incontro di ieri nei locali dell’Episcopio con i giornalisti alla presenza di don Francesco Spatola e don Pietro Pontieri  dell’Ufficio diocesano delle comunicazioni.
 
“Fratelli e Sorelle in Cristo,
siamo pronti a celebrare la festa delle feste, la solennità delle solennità, con il cuore pieno di gioia, in attesa di ricevere questa Grazia abbondante che entra nella nostra vita per renderci nuove creature in Cristo Gesù.
La Pasqua non è solo la celebrazione della risurrezione di Cristo, ma il mistero del Cristo totale e il mistero della fede cristiana; la festa che celebriamo ogni anno nel tempo prelude e prepara quella eterna. Dovremmo sentirci rinnovati, ritemprati, pieni di fiducia e di speranza.
Le condizioni attuali della nostra società ci impongono un rinnovamento che deve e può nascere proprio dalla nostra storia personale: Cristo risorge per noi, e noi risorgiamo con Lui.
L’incontro con il risorto può darci la visione reale delle cose. Vi sono tanti beni davanti ai nostri occhi, molte speranze che ci toccano ma non entrano nella nostra vita veramente, non trovano spazio; non siamo stati creati per la caducità del presente perché viviamo di un’attesa più grande, più vera, quella dell’eternità.
Se la speranza nella risurrezione del Signore avrà effetto nella nostra vita, la croce di ogni giorno ci sembrerà più leggera perché Cristo è risorto e niente ci può fare paura!
Oggi tutte le cose sono riempite di Luce: il cielo, la terra e gli inferi.
Tutta la creazione celebra la Risurrezione di Cristo, in Lui è il suo fondamento.
Non deluderci nella nostra speranza o Amico degli uomini:
attendiamo la tua luce! In comunione con tutti voi”
Mons. Domenico Graziani
9 su 10 da parte di 34 recensori Crotone, messaggio pasquale Mons. Graziani Crotone, messaggio pasquale Mons. Graziani ultima modifica: 2012-04-05T14:49:21+00:00 da Mimmo Stirparo
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento