Con la Dante Alighieri si studia l’evoluzione delle strutture del castello di Carlo V di Crotone.

 

Dopo gli interessanti e coinvolgenti incontri delle settimane scorse su temi di rilievo storico  e di ricerca sempre attuale, continua incessante l’attività di divulgazione culturale dell’Associazione “Dante Alighieri” di Crotone. Con il prossimo incontro , martedì 3 aprile ore 19 presso la sede di Palazzo Caloiro nel centro storico del capoluogo pitagorico, avrà inizio una trilogia culturale, curata ed illustrata dall’esperto Giuseppe Rende, imperniata sull’ “evoluzione delle strutture del castello  di Carlo V di Crotone”. Durante il ciclo degli incontri ci si propone di illustrare l’avvento e l’organizzazione del potere feudale; la ristrutturazione urbana e territoriale che caratterizza questo periodo e gli elementi di tale contesto che permarranno nelle epoche successive. Saranno discussi, inoltre, temi specifici riguardanti le strutture del castello crotonese, il mutare della tecnica bellica ed il suo ruolo attraverso i secoli. I precedenti incontri hanno avuto per tema “Il castello di Crotone – nuova ricerca archeologica” trattato dall’archeologo Domenico Marino responsabile dell’Ufficio territoriale di Crotone e della Sila perla Soprintenda per i Beni Archeologici della Calabria. È seguito, nella settimana successiva, l’incontro con l’archeologa Margherita Corrado che ha parlato di “Le città sotto la città: tracce della Crotone tardo bizantina”.

Lascia un commento