17 i comuni al voto per la scelta del sindaco nella provincia di Cuneo

Si vota nel capoluogo della Granda che, insieme a Mondovi’, è anche l’unico al di sopra dei 15 mila abitanti di questa tornata di amministrative, caratterizzata da alcune sorprese. La prima e’ stata quella del sindaco uscente del centrosinistra di Cuneo, Alberto Valmaggia – primo cittadino da 10 anni – che ha pubblicamente preso le distanze dal vincitore delle primarie del centrosinistra, Gigi Garelli, professore di filosofia, candidato espresso da ‘La Costituente dei Beni Comuni’ (formazione composta da Federazione della Sinistra, associazioni e movimenti cittadini). Garelli ha vinto nettamente le primarie (battendo, tra gli altri, anche Elio Rostagno, gia’ sindaco dal 1995 al 2002) e ora e’ ufficialmente sostenuto da Pd, Idv, Sel e FdS.

Ma nei tavoli di lavoro convocati per trovare un accordo sul programma sono emersi i problemi: “Non potro’ riconoscermi ne’ appoggiare la candidatura di Garelli espressa dalle primarie – era stata la presa di posizione di Valmaggia – e daro’ il mio apporto per una soluzione diversa, che consenta di ricomporre l’intera coalizione di centrosinistra”. La soluzione diversa si chiama Federico Borgna, candidato alla poltrona di sindaco sostenuto dall’Udc e dalla lista ‘Cuneo Solidale’ in cui e’ confluito Valmaggia insieme agli altri dissociati del Pd: il vicesindaco Boselli, il presidente del Consiglio comunale Beppe Tassone e l’assessore Guido Lerda. La Lega Nord schiera invece l’assessore regionale all’Agricoltura della giunta Cota, Claudio Sacchetto. Ma – ed e’ l’l’altra sorpresa – il Pdl che, dopo lungo pensare, potrebbe candidare l’onorevole Guido Crosetto, gia’ sottosegretario alla difesa, personaggio di punta del partito, un nome in grado di sparigliare le carte della corsa a primo cittadino. Gli altri candidati sono Mario Castellino (Fli), Manuele Isoardi (Movimento 5 Stelle) e Felice Lauria (La Destra – Fiamma Tricolore). E se le amministrative sono un laboratorio per le alleanze che si potranno vedere a livello nazionale, interessante il caso di Mondovi’, dove Lega Nord e Pdl continuano a essere insieme, e con loro anche l’Udc: il si’ndaco uscente, Stefano Viglione, e’ infatti sostenuto dai tre schieramenti. L’accordo e’ stato raggiunto dopo che la Lega ha aggiunto al proprio simbolo la scritta “Mondvi'”, il Pdl ha presentato una lista con il nome “Popolo della Granda”, mentre quella dell’Udc si chiamera’ “Mondovi’ al centro”. Gli altri Comuni chiamati alle urne sono Barge Piemonte, Barge, Bastia Mondovi’, Bene Vagienna, Borgo San Dalmazzo, Cissone, Elva, Frabosa Soprana, Monastero di Vasco, Monterosso Grana, Murello, Racconigi, Rittana, Salmour, Sambuco.

Lascia un commento