Focaccia di Recco, oggi l’Igp day

Oggi è un giorno importante per la buonissima (e famosa in tutto il mondo) Focaccia di Recco. Ottenuto l’Igp, dopo un lungo iter, oggi la Focaccia di Recco Igp farà il suo debutto ufficiale nell’ambito dei comuni inseriti nella zona di produzione: Recco, Sori, Camogli e Avegno. Questo vuol dire che i produttori, che hanno deciso fin dall’inizio di fregiarsi del prestigioso marchio di qualità europeo, potranno iniziare ad identificare le loro focacce di Recco con l’ostia riportante il logo europeo Indicazione geografica protetta. Il tutto, in attesa della definitiva certificazione dell’Unione Europea che è prevista per gli ultimi mesi dell’anno. Un giorno importante, quindi, che segna l’inizio di una fase che butta le basi per un futuro sviluppo economico e d’immagine per il territorio interessato. Solo Formaggio Fresco Llt (Latte Ligure Tracciato), olio extra vergine nazionale, acqua, sale e farina “di forza” e la capacità naturale di saper farla, caratteristica comune a chi fa della focaccia di Recco, ormai Igp, la propria attività quotidiana: questo garantisce la tutela europea. I locali, che nel rispetto del disciplinare produrranno la Focaccia di Recco Igp, saranno facilmente identificabili da una cartellonistica riportante il prestigioso marchio europeo Igp, con il quale la Comunità europea ha voluto proteggerla. Nel frattempo, la Camera di Commercio di Genova sta ultimando il piano di controllo. Si tratta di un lavoro complesso che parte dalle stalle da cui proviene il latte, passa attraverso chi si occupa della sua raccolta e del suo trasporto, dei caseifici che lo trasformano in Formaggio Llt per arrivare a noi, panifici, ristoranti e asporti. Una volta ultimato, il piano sarà inviato alla Commissione valutazione sistemi di controllo presso il Ministero delle Politiche agricole per l’approvazione. Due mesi circa di tempo prima della sua esecutività.

(Fonte: Uff. Stampa del Consorzio Focaccia di Recco col formaggio)

Lascia un commento