Degustazione Doc Greco di Bianco e Igt Locride Mantonico passito

Tempo di degustazioni presso lo spazio Agorà della Provincia di Reggio Calabria al Vinitaly di Verona. Martedì pomeriggio appuntamento con la degustazione guidata dei “Doc Greco di Bianco e Igt Locride – Mantonico passito”. Dopo i vini dello Jonio e del Tirreno reggino, saranno ora  di scena, nello spazio di “Reggio Calabria, provincia enoica” le etichette delle preziose aziende riunite nell’associazione di produttori “Megale Hellas”. L’associazione riunisce i piccoli produttori e vignaioli di Bianco e Casignana, da sempre impegnati con tenacia nella produzione del Greco di Bianco D.o.c. e del Mantonico passito-Locride I.g.t.

Entrambi questi vini testimoniano,  con inimitabile nobiltà, la profondità delle radici della tradizione enologica reggina, come dice lo stesso brand lanciato in occasione della 46° edizione del Vinitaly. Si tratta di una Provincia enoica, perché ancora oggi le sue viti sono in grado di donarci ciò che nel VII secolo  a.c. portarono sulle nostre coste i Greci.

La degustazione in programma, a cura di Francesco Saccà di Ais Reggio Calabria, proporrà una ricca rassegna di profumi, sapori, colori e sensazioni dedicata alle aziende impegnate sul territorio nella realizzazione di questi meravigliosi prodotti, apprezzati in tutto il mondo: Azienda Agricola Maria Baccellieri, Azienda Agricola Ceratti, Azienda Agricola Lucà, Azienda Agricola Maria Maisano, Cantine Capo Zefirio s.r.l., Cantine Ielasi di Ielasi Ferdinando, Tenuta D’Albo, Tenuta Dioscuri di Flavio Latella, Vitivinicola Naimo e Vitivinicola Viglianti di M. Immacolata Viglianti.

Ai presenti verrà distribuito, come in tutte le occasioni proposte nello spazio Agorà della Provincia di Reggio Calabria, la Guida Vini “Reggio Calabria, provincia enoica”, all’interno della quale, fra le altre interessanti notizie, viene dedicata una interessante  ricognizione a queste eccellenze del territorio reggino.

Gli appuntamenti proseguiranno nel corso della giornata. Alle ore 16:00 avrà inizio il convegno “Calabrese e Nero d’Avola: autoctoni fratelli o gemelli?”, con la partecipazione della Regione Sicilia. Interverranno: Dario Cartabbellotta (Dirigente Generale Dipartimento Interventi Infrastrutturali Assessorato Regionale  Risorse Agricole Regione Sicilia); Gianni Giardina (enologo e Funzionario Direttivo Istituto Regionale del Vino e degli Olii di Sicilia I.r.v.o.s.); Rosario Previtera (Agronomo, Assaggiatore Onav – Reggio Calabria).

Lascia un commento