Italiani rapiti in India, ore di attesa e speranza

Secondo i media locali indiani Paolo Bosusco e Claudio Colangelo, i due italiani rapiti in India, sono stati rilasciati. La notizia è stata riportata nelle breaking news di Ndtv. I due sarebbero stati liberati vicino il villaggio di Tanujia, nell’area di Daringbadi, sulla via di collegamento Daringbadi-Chunudi. “Manca tuttavia – ha sottolineato la tv – una conferma ufficiale”.

Secondo il sito locale Orissa diary, la liberazione è avvenuta alle ore 21:30 ora locale nei pressi del villaggio di Daringbadi. Il rilascio da parte di quelli che il sito definisce “maoisti oltranzisti” è avvenuto dopo la sospensione dei negoziati con le autorità. Manca ancora una conferma ufficiale da parte delle autorità dello governo indiano.

Nessuna novità di rilievo si registra a Bhubaneswar in merito alle voci, rilanciate da molti media indiani, di una possibile liberazione degli ostaggi italiani in mano ai maoisti nello Stato di Orissa. La notizia del possibile rilascio di Paolo Bosusco e Claudio Colangelo era stata pubblicata da media del Dipartimento di Khandamal e basata su una telefonata ricevuta da un ufficiale di polizia.

La Farnesina sta verificando le notizie diffuse dai media locali indiani sulla liberazione. Il console generale Joel Melchiori è in contatto continuo con le autorità di polizia locali e con l’Unità di Crisi della Farnesina a Roma. La polizia locale ha comunque difficoltà nella verifica delle notizie a causa dei luoghi impervi in cui è stato effettuato il rapimento.

Lascia un commento