Non si vuole arrendere il killer di Tolosa

E’ assediato da ormai un giorno intero Mohamed Merah, il giovane di origine algerina accusato di essere il killer che ha provocato la strage alla scuola ebraica di Tolosa dove ha ucciso tre bambini e un rabbino e che nei giorni precedenti avrebbe ammazzato due paracadutisti a Montauban.

Nella notte sembrava tutto pronto per un blitz delle teste di cuoio. Quando verso la mezzanotte tre granate sono esplose nella casa facendo saltare la porta sembrava che l’irruzione fosse imminente.

Ma in realtà il Ministro dell’Interno subito dopo ha fatto sapere che erano solo mosse per mettere pressione all’uomo braccato e non l’avvio dell’attacco. Sui movimenti dei responsabili della sicurezza pesa infatti l’ordine di Nicolas Sarkozy: “Dovete catturarlo vivo”.

Lascia un commento