Questura di Udine in prima linea contro i furti

Nei mesi scorsi, la Questura di Udine ha provveduto ad intensificare il controllo del territorio, mediante la predisposizione di servizi supplementari di vigilanza dinamica, finalizzati al contrasto della microcriminalità nel capoluogo provinciale e nei comuni limitrofi.

In particolare l’attenzione è stata dedicata alle aree maggiormente colpite dal fenomeno quali le zone nord-est ed ovest della città di Udine, via Tricesimo e arterie finitime e nei comuni limitrofi.

I servizi approntati con un maggior numero di pattuglie hanno condotto a esiti più che soddisfacenti, atteso che il numero dei reati predatori dell’ultimo quadrimestre risulta notevolmente diminuito rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno.

In particolare si è registrato un notevole decremento dei furti in abitazione, con un passaggio dai 139 del periodo novembre 2010- febbraio 2011 agli attuali 82 attuali, per un calo complessivo superiore al 36%.

Si ricordano in particolare i furti sventati a: Remanzacco il 13 gennaio scorso a un capannone industriale ove i ladri sono scappati abbandonando gli attrezzi da scasso, a Buttrio il 17 febbraio ove i ladri sono scappati mentre trasportavano su un autocarro slot-machine rubate con all’interno l’incasso e a Udine in viale Palmanova un furto di carburante ai danni di un autocarro. Si ricorda inoltre la denuncia da parte di personale della Questura di un cittadino straniero per tentato furto in abitazione a Udine il 4 marzo scorso.

Per consolidare i risultati raggiunti, la Questura vuole cogliere l’occasione per ricordare ai cittadini alcune precauzioni, volte alla tutela delle mura domestiche da possibili furti.

In particolare si raccomanda di segnalare tempestivamente al 113 la presenza di persone o veicoli sospetti nelle vicinanze del proprio abitato, di chiudere sempre le porte dell’abitazione con tutte le mandate e di attivare anche per brevi assenza i sistemi di allarme, ponendo particolare attenzione alla fascia oraria a ridosso dell’imbrunire, laddove si registra la maggior concentrazione del fenomeno.

Si segnalano, inoltre, i significativi impegni di ordine pubblico degli ultimi mesi affrontati con ottimi risultati dalla Questura di Udine.

Le partite internazionali con l’Alkmaar i il Paok ove, seppure con la presenza di 5.000 tifosi greci non si soni verificati incidenti, come successo in altre trasferte dei  greci, prime tra tutte quella di Istanbul dell’agosto 2010.

La partita con il Napoli del 18 marzo 2012 dove, dopo alcuni anni, non si sono verificate criticità o incidenti per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Lascia un commento