Bracigliano, a 2 anni cade dal terzo piano è gravissimo

Un bimbo di 2 anni e mezzo è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale “Santobono” di Napoli dopo essere precipitato dal terzo piano della sua abitazione. Il piccolo era in casa con la madre a Bracigliano, in provincia di Salerno, e stava facendo merenda affacciato a una finestra. Per motivi non ancora chiari è precipitato andando a schiantarsi sul marciapiede di via Donnarumma. A notare il corpicino esanime è stato un cliente di una banca che ha avvisato i sanitari del 118.

Il bimbo è stato trasportato prima all’ospedale di Mercato San Severino, dove per la gravità del trauma è stato disposto il trasferimento a Napoli. La madre non si è accorta della caduta di suo figlio e ha appreso dai carabinieri che il bimbo di 2 anni e 4 mesi era stato trasportato in ospedale da un’ambulanza. La mamma, che vive con un’altra figlia 17enne da circa un anno nella palazzina di tre piani in via Diaz a Bracigliano, è stata ascoltata a lungo dai carabinieri del comando provinciale di Salerno per ricostruire quanto accaduto nell’appartamento al terzo piano. La donna ha raccontato ai carabinieri di essersi addormentata in camera da letto con suo figlio Mario. Il letto è accostato a un termosifone sul quale c’è una finestra. Il bimbo, mentre la madre dormiva, deve essersi arrampicato sul calorifero e potrebbe aver aperto la finestra. Lo ha soccorso una cliente della banca che si trova di fronte alla palazzina alla periferia di Bracigliano. Il piccolo piangeva e non aveva perso conoscenza.

In ospedale a Mercato San Severino i medici si sono accorti subito che le lesioni interne riportate nella caduta da 12 metri di altezza erano gravissime e richiedevano cure specialistiche. Il piccolo Mario è stato trasferito nell’ospedale pediatrico “Santobono” di Napoli dove si trova tuttora in prognosi riservata.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin