Bologna, il cerotto che cura le piaghe

Un cerotto nanotecnologico capace di curare piaghe da decubito e ferite su cui, fino ad oggi, non si poteva intervenire. Un “virtual trainer” in grado di valutare gli errori di postura dei malati di Parkinson, di coloro che hanno subito un ictus ma anche dello sportivo che vuole migliorare le proprie prestazioni.

Sono due delle innovazioni nate dalla partnership tra l’Università di Bologna e alcune delle piu’ innovative imprese della Cna del capoluogo emiliano.

Il primo progetto è partito sei anni con i test effettuati in laboratorio sulle possibilità di utilizzo dell’elettrofilatura.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin