A Linguaglossa Alfio Lo Giudice uccide il nipote Maurizio Di Mauro

105

Tragedia familiare in provincia di Catania. Un lite è sfociata in un omicidio. Lo zio ha ucciso il nipote di 40 anni, Maurizio Di Mauro, figlio della sorella di sua moglie, con colpi di pistola, e poi èfuggito in auto. E’ la ricostruzione dell’omicidio avvenuto nella notte a Linguaglossa, paese alle pendici dell’Etna. I due avevano avuto forti contrasti e si erano querelati a vicenda. La vittima pare soffrisse di disturbi psichici e avrebbe in passato maltrattato la madre. Lo zio attualmente è ricercato.

La persona irreperibile e attualmente ricercata dagli investigatori è Alfio Lo Giudice, 53 anni, zio della vittima. Nella zona, e in altri paesi etnei, è in corso una battuta da parte dei carabinieri della compagnia di Randazzo e del reparto operativo del comando provinciale di Catania, che hanno istituito anche posti di blocco.

La lite sarebbe scoppiata nel piccolo condominio alla periferia di Linguaglossa, paese alle pendici dell’Etna del versante nord-est del vulcano, dove le due famiglie vivono. Secondo gli investigatori i contrasti tra zio e nipote erano frequenti. Nella notte lo scontro, avvenuto nell’androne della palazzina. Poi i due sono usciti dall’edificio e hanno continuato a litigare violentemente fino a quando, secondo quanto hanno ricostruito le indagini dei carabinieri, lo zio ha sparato alcuni colpi contro il nipote uccidendolo sul colpo. L’uomo è poì fuggito con un’auto. Le ricerche sono scattate subito dopo, appena i familiari della vittima hanno chiamato il 112.