Nella Capitale romeno si finge poliziotto e deruba palestinesi

88

A finire in manette uno straniero di 30 anni accusato di furto aggravato. Secondo la ricostruzione, l’uomo ha avvicinato nei pressi della fermata Cavour della metropolitana due giovani palestinesi appena arrivati a Roma e carichi di bagagli. Dopo aver loro esibito la sua carta di identità, spacciandola come tesserino della polizia, con il pretesto di un controllo ha iniziato a rovistare nelle valigie, riuscendo a sfilare da una di queste 3.500 dollari statunitensi.

Messo a segno il colpo, il 30enne si è frettolosamente congedato dai turisti. I carabinieri, in servizio di pattuglia nella zona, notata la strana fretta del giovane lo hanno fermato per un vero controllo. Il ladro ha tentato di giustificarsi affermando che stava raggiungendo la moglie, prossima al parto in ospedale. Ma poco dopo dalle sue tasche sono spuntati i dollari. E poco lontano sono stati notati i turisti palestinesi che, incuriositi e increduli, si erano fermati dall’altra parte della strada a guardare la scena. Grazie alla loro testimonianza è stato possibile ricostruire la dinamica dei fatti e smascherare il falso poliziotto. La refurtiva è stata recuperata e restituita ai turisti, mentre il romeno è stato trattenuto in caserma, dove rimarrà a disposizione dell’autorità giudiziaria.