Tregua armata tra Bossi e Maroni

Il senatur spiega che a Maroni non è stato vietato alcunché e presto faranno un comizio insieme. Bossi dice alla Padania che i due si sono sentiti. “Chi spera in una Lega divisa e dà ascolto a intermediari confusionali rimarrà deluso”. Ed è proprio Roberto Maroni a confermare. “Sì, Umberto Bossi mi ha chiamato al telefono e ci siamo parlati. Ora spero che la cosa sia chiarita definitivamente”.

Sembra essere tornato il sereno. Anche perché, ora nella mente della Lega Nord, c’è la manifestazione del 22 gennaio a Milano, che per dirla con le parole di Bossi sarà “contro il governo Monti, e a favore della libertà della Padania”. E in piazza ci sarà anche Maroni. “Questo non è il momento delle polemiche”, aggiunge Bossi. “Ancora una volta – scrive la Padania – i vecchi amici si sono dati la mano, convinti più che mai che la Lega sia molto più importante di beghe e contestazioni infondate”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin