A Vibo Valentia manifesto di offese a don Luigi Ciotti

79

Campeggiava la frase “Calabria libera senza Libera”. A trovarlo agenti della Digos e della Squadra Volante a poche ore dall’inizio dell’assemblea provinciale dell’associazione antimafia creata da don Luigi Ciotti, nei pressi della Scuola della Polizia dove si è svolta stamane.

I poliziotti, tolto il manifesto, hanno allertato il Questore Giuseppe Cucchiara che, intervenendo nel corso del convegno lo ha definito “frutto dell’azione di alcuni imbecilli”, espressione di un “disagio sociale che si sta vivendo in alcuni settori della società”.

Don Ciotti, presente all’incontro, ha affermato che questo eposodio dimostra che “l’azione di Libera sta riuscendo ad incidere e perciò spaventa”. La Polizia, intanto, ha avviato le indagini per risalire agli autori.