A Mileto gli Apostoli dei fanciulli

“La musica salverà il mondo”. Rievocando la famosa espressione di Dostoevskij, “la bellezza salverà il mondo”, l’edizione straordinaria de “Gli apostoli dei fanciulli” si terrà nella sede del Cantiere musicale internazionale di Mileto (sabato 7 gennaio, ore 17:00) sotto l’ala protettrice di Santa Cecilia, patrona della musica. La manifestazione infatti intende mettere al centro dell’attenzione la funzione pedagogica e formativa della musica contro lo sfruttamento e la negazione dei fondamentali diritti dei bambini. A contrassegnare l’evento anche l’esibizione della cantastorie Francesca Prestia.

Promossa dall’associazione culturale Alighistos in collaborazione del Comune di Mileto e dello stesso Cantiere musicale, la manifestazione sarà ricca di presenze del mondo istituzionale e associativo, tra cui  la Garante per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza della Calabria, l’on. Marilina Intrieri. Nell’occasione sarà dato il riconoscimento “Testimone degli Apostoli dei fanciulli” a don Giacomo Panizza, per la sua attività culturale e l’impegno sociale nella comunità Progetto Sud contro ogni forma di discriminazione e di violazione dei diritti umani.

“Sogniamo un concerto da parte di un coro formato da tutti i bambini del mondo contro le ingiustizie che uccidono i sogni di tanti innocenti che vivono sulla terra. Vogliamo essere utopici piuttosto che non avere sogni, o immaginare uomini indifferenti e disumani che impiegano il loro tempo per distruggere i sogni e la speranza di tanti fanciulli, perché la “meraviglia è il principio della conoscenza” (Aristotele) e la vita e i sogni “sono fogli di uno stesso libro: leggerli in ordine è vivere, sfogliarli a caso è sognare” (Shopenhauer). Con questo auspicio e con lo sguardo rivolto al futuro e ai diritti dell’infanzia per denunciare ogni forma di violazione dei fondamentali principi democratici e civili, il presidente dell’associazione culturale Alighistos Nicola Rombolà, presenta l’edizione straordinaria de “Gli apostoli dei fanciulli”, che si svolgerà sabato 7 gennaio a Mileto nell’auditorium del “Cantiere musicale internazionale”, palazzo “San Giuseppe”, con inizio alle 17.00. L’evento chiude il “Mese del fanciullo” (6 dicembre, San Nicola protettore dei bambini – 6 gennaio, Epifania), gli appuntamenti che l’associazione ha organizzato per richiamare la società civile e le istituzioni agli autentici valori cristiani e ai principi sanciti nella “Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia”  emanata dall’Onu nel 1989 e a quelli presenti nella Costituzione italiana a 150 anni dall’Unità d’Italia. La campagna di promozione, di sensibilizzazione e di attività culturali, ha avuto origine tre anni fa con la prima edizione de “Nel mondo dei bambini” giunta alla terza edizione, che vede centro propulsore una minuscola frazione, San Nicola de Legistis in un comune del Vibonese, Limbadi, ispirandosi al Santo protettore dei bambini, San Nicola da Mira. Tanti gli appuntamenti per richiamare con forza la questione dei diritti dell’infanzia e l’attenzione per la salvaguardia dell’ambiente. Coniugare i valori spirituali, etici e civili con quelli legati all’ambiente, è stato lo spirito che ha connotato le manifestazioni, ma anche il gioco, il divertimento e la bellezza coniugata con l’arte. Sono questi i temi sviluppati e portati avanti in diverse occasioni in collaborazione con enti associativi e istituzioni sia del territorio nazionale che regionale, a cominciare dall’Unicef, da Italia Nostra, e con l’associazione culturale “Zaleuco”.

Promossa lo scorso anno, la manifestazione de “Gli apostoli dei fanciulli” quest’anno conosce una tappa molto importante, perché si lega alla musica; non a caso figura emblematica dell’evento è Santa Cecilia, ispiratrice e protettrice della musica, per ribadire la funzione pedagogica e formativa di questa disciplina per il suo linguaggio universale e per il valore educativo e creativo, soprattutto nei bambini. Ed è proprio questo motivo che ha spinto il direttore artistico, il maestro Roberto Giordano, ad ospitare, in via eccezionale, l’evento nel Cantiere musicale, inaugurato a luglio scorso, e che vede già attivi diversi corsi per principianti, con la presenza tanti bambini, oltre alle master class con maestri prestigiosi a livello internazionale. Una sensibilità e un impegno sposati dalla stesso sindaco di Mileto Vincenzo Varone, che ha abbracciato con entusiasmo questa iniziativa. Ma la manifestazione ha una speciale missione, quella sociale e umanitaria. “Gli apostoli dei fanciulli” si propone di rievocare e di sottolineare l’attività  sia del passato che nel presente di quelle persone che hanno dedicato la propria esistenza per alimentare la speranza e difendere la dignità di essere umani di tanti fanciulli. È il caso ad esempio di don Giacomo Panizza, che sta spendendo la sua vita per mettere al centro i sofferenti, i bambini diseredati, e che ha subito diversi attentati da parte della criminalità organizzata a Lamezia. Per questo suo indefesso impegno riceverà il riconoscimento di “Testimone e apostolo dei fanciulli”.

Saranno tante le personalità del mondo istituzionale e del volontariato che parteciperanno alla manifestazione, a partire dalla “Garante per i diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza” della Calabria on. Marilina Intrieri, dal vescovo della diocesi di Mileto-Nicottera-Tropea mons. Luigi Renzo, o del consigliere provinciale di Roma on. Nicola Galloro, che ha fatto da tramite con il presidente Nicola Zingaretti. E’ prevista inoltre la presenza del presidente della Provincia di Vibo Francesco De Nisi, di quello del comitato provinciale dell’Unicef Cinzia Catanoso in rappresentanza del presidente nazionale Paola Bianchi; ma tanti altri hanno aderito, come lo scrittore Santo Gioffrè che ha dedicato il suo ultimo romanzo “Terra rossa” alla questione dei diritti negati per i bambini nel periodo storico della fine dell’800 e inizio ‘900 e del prof. Antonio Pugliese (Università di Messina) che parlerà degli effetti della Pet therapy nei bambini disabili. Tema questo affrontato in una ricerca inedita da parte di una neolaureata in Psicologia, Mariacatena Contartese. Di grande significato anche la testimonianza di don Felice Palamara, missionario nelle favelas del Brasile. Inoltre altra importante presenza è quella rappresentata da Pasquale Cananzi, componente del
direttivo dell’Unione Nazionale Camere Minorili. L’evento sarà presentato da Giulia Fresca, originaria di Mileto giornalista e scrittrice che nelle sue attività culturali e professionali ha dedicato al tema dell’ambiente e dei fanciulli un significativo impegno. Si sottolinea infine l’attenzione religiosa, spirituale e sociale che don Francesco Pontoriero (parrocchia “San Nicola”) ha dedicato e dedica al tema dei bambini nel suo apostolato pastorale. Presenza di significato artistico e musicale è quella della cantastorie Francesca Prestia, che ha dedicato molte sue ricerche musicali al tema dell’infanzia sia da un punto di vista antropologico che letterario.

Lascia un commento