Si impicca l’imprenditore catanese Manganaro non accettava di licenziare i dipendenti

Ha ingerito barbiturici e si è tolto la vita impiccandosi. 47 anni,  conosciutissimo a Catania come la sua azienda, che da anni è un punto di riferimento per la vendita di moto e motocicli e accessori del settore, è stato trovato morto nella notte tra il 31 dicembre e il 1 gennaio 2012.

Considerava i propri dipendenti come gente di famiglia, negli ultimi mesi, con il fatturato che si era notevolmente ridotto, pare fosse stato costretto a fare ricorso al partime e a “tagliare” alcuni posti di lavoro nonostante di recente l’esercizio fosse diventato anche concessionario ufficiale Honda. Ma le prospettive, come raccontano gli altri commercianti di viale Vittorio Veneto erano tutt’altro che rosee per il 2012.

Roberto Manganaro non ha retto all’idea e ha deciso per un gesto estremo. A 47 anni ha preferito togliersi la vita mentre ovunque si festeggiava l’arrivo del 2012 che ha deciso di non affrontare. Morti che sono sulla coscienza di una classe politica che è la vergogna del nostro Paese.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin